Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

    Fatturazione elettronica 2019

    dal 23 gennaio 2019 al 30 giugno 2019

    La fatturazione elettronica è un processo che è stato avviato in Italia con il D.Lgs. 52/2004.
    La prima fase della fatturazione elettronica ha riguardato le operazioni nei confronti della Pubblica Amministrazione.
    La Legge di Bilancio 2018 ha previsto che, dal 1° gennaio 2019, l’obbligo di emissione della Fatturazione Elettronica sia generalizzato alla quasi totalità degli scambi commerciali, disponendo che lo stesso diventi obbligatorio per tutti i titolari di partita IVA.

    IL FILE XML E I SOGGETTI COINVOLTI


    Il legislatore Italiano ha adottato, quale struttura per la fatturazione elettronica, quella di un file XML creato seguendo uno specifico
    tracciato e inviato tramite sistema di interscambio gestito dall’Agenzia delle Entrate (cosiddetto SDI). Lo stesso metodo di formazione del
    documento e la sua trasmissione sono stati scelti obbligatoriamente anche nei rapporti tra privati. Conseguentemente in caso contrario i documenti non si considerano emessi. Con provvedimento del 13 luglio 2018 l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità
    di conferimento della delega, ad uno o più intermediari, per l’utilizzo dei servizi connessi con la fatturazione elettronica e, in particolare:


    • per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche;

    • per la registrazione dell’indirizzo telematico al quale l’acquirente/ committente intende ricevere le fatture elettroniche emesse
    dal cedente prestatore.


    Il processo di fatturazione elettronica coinvolge principalmente tre soggetti che interagiscono tra loro:

    1. gli operatori economici emittenti, cioè imprese e professionisti che forniscono beni e servizi alla propria clientela;
    2. il sistema di interscambio, gestito dall’Agenzia delle Entrate;
    3. gli operatori economici riceventi, cioè le imprese e professionisti che ricevono fatture da altre imprese, la PA, e i consumatori finali.

    • Seguici anche su