Risparmio

Finanza sostenibile

NEF Ethical

Investire rispettando i diritti delle persone e l'ambiente

La finanza sostenibile, declinata in termini di “SRI” (dall’inglese Sustainable and Responsible Investment) comprende investimenti che, in una prospettiva di lungo periodo, integrano criteri ambientali, sociali e di governance (o ESG - Environmental, Social and Governance) nella ricerca, nell’analisi e nella selezione dei titoli. Si tratta di un approccio che interviene a monte delle scelte di investimento arricchendo la tradizionale analisi economico-finanziaria degli emittenti con considerazioni riguardanti gli aspetti di sostenibilità.

 

Un numero in rapida crescita di investitori retail ora si attende che i propri risparmi contribuiscano positivamente al miglioramento della società del pianeta.

 

Una tappa importante è stata la pubblicazione nel 2015 dei Sustainable Development Goals (SDGs) da parte dell’ONU, una lista di 17 obiettivi e 169 target specifici da raggiungere entro il 2030 sulle priorità ambientali, sociali ed economiche nell’agenda mondiale, che possono rappresentare un punto di riferimento nelle decisioni non solo per i policymaker ma anche per manager e investitori.


La nuova Commissione Europea ha presentato l’11 dicembre 2019 l’European Green Deal, con il quale viene riformulato su nuove basi l’impegno della Commissione ad affrontare i problemi legati al clima e all’ambiente con l’obiettivo di trasformare l’economia dell’EU verso un futuro sostenibile.

 

In questo senso, la Cassa Rurale Alta Valsugana, sempre attenta alle tematiche sociali e ambientali, mette a disposizione dei suoi Clienti numerosi Fondi Comuni di Investimento. Fondi collocati in collaborazione con la capogruppo CCB e gestiti da Case Internazionali di Investimento. Si va dal consolidato rapporto con Nord Est Fund di Neam a prestigiosi nomi quali Raiffesein Kapital Management, Pictet e Schroder solo per citarne alcuni.